mercoledì 9 gennaio 2008

Via col raffreddore!!!

Metti a dieta il raffreddore

di Aldo Conti
Una delle migliori difese contro i malanni di stagione è il nostro sistema immunitario naturale. si consiglia di seguire una dieta bilanciata e uno stile di vita salutare

Con l'arrivo del freddo invernale arrivano anche influenze e raffreddori, e subito scatta la corsa al vaccino e, magari, agli integratori alimentari. In realtà, avvertono molti medici, più che in farmacia converrebbe correre in cucina. Una delle migliori difese contro i malanni di stagione è infatti
il nostro sistema immunitario naturale, che è però estremamente complicato e ha bisogno di nutrienti essenziali. Poiché la salute del sistema immunitario riflette quella generale dell'organismo, non bisogna stupirsi se le raccomandazioni sono le stesse fatte per prevenire altri malanni meno stagionali: in particolare, si consiglia di seguire una dieta bilanciata e uno stile di vita salutare.

I rimedi della nonna

La prima raccomandazione dei medici è sempre la stessa: riempire i piatti di frutta e di verdura, per circa due terzi della dieta. Le vitamine, specialmente A e C, contenute nella frutta sono essenziali per la riproduzione dei linfociti, le cellule del corpo deputate a individuare e distruggere gli agenti patogeni, tra cui i virus che causano influenza e raffreddore. In assenza di vitamine i linfociti non riescono a riprodursi a un ritmo sufficiente a contrastare un'infezione: il risultato è una malattia. Le arance e gli agrumi in genere sono una buona fonte di vitamina C, ma sicuramente non bastano. Poiché di solito le sostanze che conferiscono ai vegetali il loro colore sono antiossidanti, la scelta migliore è consumare frutta e verdura di colore diverso, per garantirci la massima varietà di queste utilissime sostanze.


Dieta sana: il rimedio migliore

Per il buon funzionamento del sistema immunitario sono però necessarie anche le proteine, che servono al corpo per produrre nuove cellule, compresi i linfociti. Il consumo corretto giornaliero è tra 0,8 e 1 grammo di proteine per ogni chilo di peso, ma attenzione anche alla qualità. Meglio scegliere pesce e carni bianche, meno abbondanti in grassi, che hanno un effetto depressivo sul sistema immunitario. Un'ultima raccomandazione , forse molto difficile da seguire nel nostro paese, è quella di rimpiazzare almeno un caffè al giorno con una tazza di tè verde. Un particolare antiossidante del tè verde si è dimostrato in grado di rallentare la riproduzione degli adenovirus, che sono tra i responsabili del raffreddore.
(07 gennaio 2008)

E tu che fai per evitare i raffreddori?

1 commento:

caffè ha detto...

il caffè ha grandi propietà teraupetiche, per imparare a conoscerlo meglio si può addirittura frequentare dei corsi come quelli offerti su http://www.espressoacademy.it